La prima mossa nel nuovo ministro dell’Interno? Tagliare mezzi alla polizia

La prima mossa nel nuovo ministro dell’Interno? Tagliare mezzi alla polizia

Loading...

Il neo ministro dell’Interno, l’ex prefetto Lamorgese, riorganizza il parco mezzi marittimo delle squadre nautiche che ora sono a rischio soppressione. Il 5 settembre scorso, Luciana Lamorgese, ha giurato al Quirinale divenendo la nuova ministra dell’Interno.

Trascorse appena due settimane la nuova titolare del Viminale ha rispolverato un vecchio decreto (Madia) che Salvini aveva mandato in soffitta. Di che cosa si tratta? E’ un decreto direttoriale con il quale il Ministero dispone la soppressione delle squadre nautiche della Polizia di Stato, chiudendo quasi un centinaio di presidi sul litorale italiano, trasferendo il personale marittimo verso le questure e i commissariati.

Nella pratica consiste nel mandare in pensione i mezzi marittimi, chiuderli in garage. Come quelli che a luglio hanno visto protagonista il figlio di Salvini a Milano Marittima, a bordo di una moto d’acqua.

Per attacca Salvini, quest’estate, il PD si era scandalizzato che i mezzi della polizia potessero essere impiegati in quel modo e per bocca di Fiano e e di Maria Elena Boschi dichiararono: ” Le moto d’ acqua servono alle Forze dell’ordine per garantire la nostra sicurezza, non per giocare”. Ora, però, il ministro del loro governo ha deciso di togliere di mezzo completamente quei mezzi, nel silenzio assordante del PD. A quanto pare, a distanza di un mese, quei mezzi non sono più così importanti.

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus (0 )