Terrore 5Stelle, Bonafede annuncia carcere fino a 8 anni per piccoli evasori

Terrore 5Stelle, Bonafede annuncia carcere fino a 8 anni per piccoli evasori

Loading...

Roba che far venire i brividi e di levare le tende dall’Italia. Il ministro Bonafede ha annunciato l’inasprimento delle pene per chi “truffa” il fisco. Addirittura Marco Travaglio, noto come principe delle manette, parla di “misure draconiane”.

In sintesi la stretta sui reati fiscale avviene in 4 mosse: rafforzamento delle sanzioni, abbassamento delle soglie oltre le quale si va nel penale, confisca dei beni dei condannati ed estensione della responsabilità amministrativa alle società per i reati tributari.

Per la nuova bozza di decreto è previsto il sequestro di beni di dubbia provenienza, anche se il reato è già estinto per amnistia o prescrizione. Sul versante del penale l’aumento delle pene per fatture false o per presentazione di dichiarazioni annuali con operazioni inesistenti si passa da un anno e 6 mesi di carcere a ben 4 fino 8 anni.

Se si evade un’imposta superiore ai 100mila euro (prima era di 150mila) le pene schizzano a due e fino a cinque anni di carcere. Si inaspriscono le pene per le omesse dichiarazioni e per le fatture per operazioni inesistenti (se l’importo è inferiore a 100mila euro si applica la reclusione da un anno e 6 mesi a sei anni).

Per quanto riguarda l’occultamento o distruzione di documenti contabili si passa da un minimo di un anno e sei mesi a un minimo di tre anni. La soglia del penale per l’omesso versamento Iva scende a 100mila euro, mentre per l’omesso versamento di ritenute si entra nel penale oltre i 50mila euro.

Ovviamente tutto questo senza un minimo di taglio delle tasse…

CATEGORIES
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )